QUALI SONO LE SPESE PER L’ACQUISTO O LA VENDITA DI UNA CASA ? (Aggiornato 2018)

Spese per l’acquisto o la vendita di una casa: come calcolarle ?

 spese per l'acquisto o la vendita di una casa

Quali sono le spese per l’acquisto o la vendita di una casa ? È l’interrogativo che potrebbe compromettere la nostra decisione.

Le spese sono quindi uno dei fattori che ci preoccupa di piú.

 

Ecco come sia  possibile calcolarle

…Vediamo quindi quali sono le spese per l’acquisto o la vendita di una casa:

1 –  Atto pubblico nel notaio

2 – Registrazione nel registro fondiario

3 – Tassazione

4 – Commercialista (se chiediamo un mutuo) (Gestoría)

5 –  Plusvalenza Municipale (Plusvalía Municipal)

La legge indica quali spese  per l’acquisto o la vendita di una casa corrispondono al pagamento del compratore (quasi tutto) e del venditore (solo il guadagno in conto capitale comunale e l’originale dell’atto).

C’è poco spazio per la negoziazione di questi costi, anche se è vero che qualsiasi tipo di distribuzione delle spese per l’acquisto o la vendita di una casa, può essere concordata, compreso che tutti sono pagati dalla parte acquirente a condizione che sia fatto attraverso una clausola pienamente legale.

Quando il venditore è un promotore immobiliare, la legge lo obbliga a pagare la plusvalenza comunale e le spese della dichiarazione di nuovi lavori e divisione orizzontale.

È inoltre necessario pagare la cancellazione dell’ipoteca esistente sulla casa fino a quando non si surroga nella stessa.

Le spese per l’acquisto o la vendita di una casa in dettaglio sono:

1 – Notaio

Le spese per l’acquisto o la vendita di una casa relative alle prestazioni notarili sono quelle che sono prodotte dalla concessione dell’atto pubblico di acquisto e vendita.

I costi del notaio sono stabiliti da regolamenti e il loro ammontare dipende dall’entitá della proprietà, anche se può essere aumentata da aspetti dell’operazione notarile: il numero di copie, l’estensione dell’atto, la presentazione, ecc.

I notai in Spagna applicano una tariffa fissa stabilita dal governo nel 1989, quindi tutti i notai in Spagna fanno pagare lo stesso importo per lo stesso servizio.

Possono solo darti uno sconto del 10%, quindi la competizione tra loro si basa solo sulla qualità.

Quindi una delle spese per l’acquisto o la vendita di una casa è data dalla presenza di un notaio. Ecco di seguito una tabella dei costi correnti (o le tariffe) dei notai, elencati per alloggi disponibili.

È importante sapere che una riduzione delle tariffe è applicata alle abitazioni pubbliche e alle surroghe.

Importo dell’acquisto             * Spese per i Notai

€ 25.000                                 € 600

€ 50.000                                 € 625

€ 100.000                               € 675

€ 150.000                               € 710

€ 200.000                               € 750

€ 250.000                               € 790

€ 300.000                               € 830

€ 400.000                               € 850

€ 975.000                               € 875

* Importi indicativi. Non siamo responsabili di eventuali cambiamenti che possono verificarsi nelle tariffe.

2 – Iscrizione della proprietá all’Ufficio del Registro

Tra le spese per l’acquisto o la vendita di una casa, ci sono poi i costi generati dall’iscrizione al catasto (Ufficio del Registro) di vendita o acquisto di un immobile. Sono anche fissati dai regolamenti e il loro ammontare dipende dal prezzo della proprietà.

Ci sono eccezioni alle  regole generali. Quindi, per esempio, ci sono cambiamenti per quanto riguarda l’alloggio di protezione ufficiale ( VPA) , oppure di zone montagnose o in aree agricole

Importo dell’acquisto               * Registro del terreno

€ 25.000                                  € 395

€ 50.000                                  € 420

€ 100.000                                € 445

€ 150.000                                € 470

€ 200.000                                € 510

€ 250.000                                € 550

€ 300.000                                € 590

€ 400.000                                € 630

€ 975.000                                € 650

* Importi indicativi. Non siamo responsabili di eventuali cambiamenti che possono verificarsi nelle tariffe.

3 – Tasse

In questa sezione abbiamo due principali differenze in base al tipo di alloggio:

Tasse sull’acquisto di una nuova casa e sull’acquisto di abitazioni di seconda mano.

A – Imposte sull’acquisto di nuove abitazioni:

Quando si acquista una casa che ci viene consegnata per la prima volta si paga l’IVA in Spagna , ma qui alle Canarie dove abbiamo un regime agevolato eventualmente si pagherá IGIC 7%.

Negli incontri che teniamo qui alle Canarie spieghiamo anche in maniera molto piú approfondita , anche come sia possibile evitare di pagare questo IGIC  o meglio Imposte di trasmissione patrimoniale pari al 6,5% del valore dell’immobile . Gli incontri si possono prenotare qui https://www.corsicanarie.com/corso-aula-videoguida/

Per “prima volta o prima consegna” si intendono quegli immobili che vengono acquisiti dal promotore immobiliare dopo la costruzione degli stessi.

Se le case sono state affittate dopo il completamento dei lavori e le persone che hanno vissuto in esse le acquistano, anche in questo caso è considerata “prima consegna”, con la quale pagherebbero l’IGIC in Canarie.

Mentre nel caso in cui gli acquirenti sono diversi dagli inquilini, pagherebbero per l’alloggio di seconda mano, Le imposte di trasmissione patrimoniali pari al 6,5% del valore reale dell’immobile. ( sceglieranno il valore maggiore tra il dichiarato e il valore catastale)

Le aliquote fiscali attualmente stabilite sono:

4% nel caso di alloggi ufficialmente protetti sotto regime speciale o promozione pubblica

IAJD (Impuesto sobre Actos Jurídicos Documentados – Imposta sugli atti legali documentati): questa tassa è generata dalla firma degli atti in presenza di un notaio  e successivamente dalla iscrizione al registro. L’aliquota d’imposta applicabile sarà determinata da ciascuna comunità autonoma, in termini generali sarebbe compresa tra (0,5% – 1,5%) sull’importo della vendita.

Questa tassa dovrà essere aggiunta all’IGIC  quindi sará da pagare IGIC  che in nuove abitazioni è pagata al 7% o al 4% + IAJD (0,5% – 1,5%)

B – Imposte sull’acquisto di abitazioni di seconda mano

ITP (Impuesto de Transmisiones Patrimoniales)  è l’ Imposta di Trasmissione Patrimoniale: è la tassa riscossa sulle vendite di immobili e l’alternativa all’IVA per l’edilizia di seconda mano.

Nelle isole Canarie non esiste l’IVA e la tassa corrispondente è l’IGIC (Impuesto General Indirecto Canario).

Se puó esserti utile ti lascio un link per scaricare una mini guida gratuita sulle zone in cui e’ possibile vivere alle Canarie. La trovi qui :https://www.corsicanarie.com/optin/8-zone/index.html

L’ammontare dell’ ITP è stabilito applicando una percentuale sul prezzo scritturato e in base alla comunità autonoma in cui è situata la casa acquisita, nella maggior parte delle comunità è compresa tra il 6% e il 10%. Ci sono anche tariffe ridotte per alcuni casi (VPO, famiglie numerose, giovani …)

Alle Canaire attualmente le Imposte di trasmissione Patrimoniale sono il 6,5%

IAJD (Impuesto sobre Actos Jurídicos Documentados – Imposta su atti legali documentati): come nel caso di nuove case, questa tassa è generata dalla firma con notaio e successivamente dalla registrazione al registro.

L’aliquota d’imposta applicabile sarà determinata da ciascuna comunità autonoma, in termini generali sarebbe compresa tra 0,5% e 1,5% sull’importo della vendita.

Commercialista (Gestoría): sarà pagato solo se è richiesto un mutuo per acquistare la proprietà. Il direttore amministrativo esegue tutte le procedure necessarie fino alla registrazione dell’atto di acquisto all’Ufficio del Registro.

L’agenzia è selezionata dall’istituto finanziario poiché altrimenti non consegnerebbe il denaro fino a quando l’acquisto e l’ipoteca non fossero iscritti all’Ufficio del Registro.

Per i liberi professionisti, la loro tariffa non è regolamentata e può variare da una compagnia all’altra.

Normalmente il giorno della firma, in presenza del notaio viene richiesto un fondo per poter pagare tutte le procedure sopra specificate. Una volta che l’acquisto e l’ipoteca sono stati isritti all’Ufficio del Registro, i soldi rimasti verranno restituiti.

Per semplificare calcola circa un costo TOTALE DEL 10% se vuoi comperare casa con un mutuo, in quanto in aggiunta alle spese di cui sopra la gestoria chiederá un suo compenso e il notaio fará 2 scritture notariali: 1 per la vendita dell’immobile e una per il mutuo.

Se dovesse esserti utile possiamo aiutarti ad ottenere un mutuo anche se vivi in Italia e stai pensando ad un immobile solo come investimento ( anche senza viverci). Chiedici maggiori informazioni.

Infine, c’è da pagare anche quella tassa che viene comunemente chiamata “plusvalenza municipale”, che è la tassa comunale sull’aumento di valore dei terreni di natura urbana e pagata dal venditore.

Questa tassa comunale, che non deve essere confusa con la “plusvalenza fiscale”, impone l’aumento del valore del terreno di natura urbana, vissuto durante gli anni in cui il venditore è stato proprietario della casa.

Per il calcolo della tassa è preso in considerazione il valore catastale

Quindi è calcolato prendendo in considerazione il valore catastale e il numero di anni che il venditore ha tenuto la proprietà che ha come limite massimo 20 anni e non può essere inferiore a 1 anno.

In caso di superamento di 20 anni, sarà preso come riferimento il limite massimo di 20 anni.

Secondo la legge, questa tassa è pagata dal venditore, salvo diverso accordo tra le parti.

C’è un periodo di 30 giorni dalla data dell’atto per regolarizzare questo pagamento che va fatto al comune.

Nei nostri uffici teniamo periodicamente degli incontri con le persone come te, interessate ad ottenere una rendita immobiliare e dove approfondiamo tutti gli argomenti che ti serve conoscere per fare serenamente il tuo investimento.

Se sei interessato ti lasciamo di seguito un link per poter prenotare un incontro.

https://www.corsicanarie.com/corso-aula-videoguida/

Ci auguriamo di averti aiutato ad arricchire le tue conoscenze, chiarendo i tuoi dubbi e allontanando tutte le tue paure causate dagli interrogativi sulle spese e fare serenamente il passo di un acquisto con le giuste informazioni

sul mercato immobiliare Canarie ed averti rassicurato sulla fattibilitá di quanto alcune persone ritengono estremamente difficile, ma con le giuste conoscenze, possiamo farlo.

Se puó esserti utile ti lascio un link per scaricare una mini guida gratuita sulle zone in cui e’ possibile vivere alle Canarie. La trovi qui :https://www.corsicanarie.com/optin/8-zone/index.html

4) Tasse dovute in Italia ( se siete ancora residenti fiscalmente in Italia )

Esiste una tassa dovuta anche all’Italia: L’IVIE (Imposta sul Valore degli Immobili all’Estero) si paga per differenza con quanto pagato in Spagna a titolo di IBI ( impuesto sobre los Bienes Inmuebles ).

Questa tassa corrisponde al 7,6 x 1000 del valore dell’immobile e si paga solo se l’importo supera i 200 euro ( i primi 200 euro sono in esenzione, in tal caso non serve neanche comunicarlo nella vostra dichiarazione Italiana quadro RM, ma comunque andrá dichiarata nel quadro RW2 in quanto reddito prodotto all’estero).

Se siete all’estero per lavoro , anche se fiscalmente residenti in Italia e la vostra casa all’estero la adibite a prima abitazione in tal caso l’IVIE non e’ dovuta. ( fatta eccezione per gli immobili di Lusso)

A scrivere questo post ho impiegato diverso tempo… In Cambio ti chiedo solo una cosa: CONDIVIDILO COI TUOI AMICI SU FACEBOOK 🙂

Grazie 1000!!!   Marco Misto Trasferirsi felici Alle Canarie, (Spese per l’acquito o la vendita di una casa)

3 pensieri su “QUALI SONO LE SPESE PER L’ACQUISTO O LA VENDITA DI UNA CASA ? (Aggiornato 2018)

  1. grazie x tutte le informazioni sono utili ed interessanti .se non ti chiedo troppo lasciami un recapito telefonico x chiarire alcune cose. se tutto procede bene nel 2019 vorrei venire x un mese x rendermi conto di tutto ed eventuale spostamento definitivo.io Rosalba sono pensionata e vedova xciò è dura dover prendere decisioni cosi .la casa dove vivo è mia ma dalla morte di mio marito 1/4 appartiene a mia figlia ,io devo solo pagare la seconda casa. ringrazio e il mio pensiero è li x il clima .grazie Rosalba Lorusso

    • Ciao Rosalba, grazie per il commento. Ci potrai contattare chiamando il seguente recapito

      02-87196805 dal lunedí al venerdí dalle 16.30 alle 20.30 ora italiana

      Questo è un numero VOIP (è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione internet o a una qualsiasi altra rete) e benché mi trovo a Gran Canaria, il costo della telefonata è quello di una normale chiamata ad un numero fisso nazionale in relazione al piano telefonico che hai contrattato con il tuo gestore.

      Comunque per quanto riguarda le informazioni per il clima, potrai approfondire le tue informazioni scaricando il report gratuito “Guida alle 8 zone del sud di Gran Canaria” lo trovi qui https://corsicanarie.com/optin/8-zone/index.html.

      Restiamo a tua disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

      Cordiali saluti.

      Lo Staff di http://www.corsicanarie.com

  2. Gentile Rosalba, mi chiamo Roberto Musso e con mia moglie ho fatto a gennanio e febbraio una visita esplorativa a Gran Canaria, quindi tengo informazioni fresche se avesse delle domande da farmi o dei dubbi da risolvere; inoltre sono un pensionato quindi probabilmente abbiamo gli stessi interessi per vivere in un luogo climaticamente piú caldo e piú sicuro. Puó scrivermi a: roberto.musso@hotmail.it Saluti, Roberto Musso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *