I centri commerciali tornano di moda. Vediamo il processo di questa ricrescita.

centri commerciali

Centri commerciali: li amiamo o li odiamo? Difficile dare una risposta netta. Sono amati quando dobbiamo fare shopping per ogni evento.

Sono odiati per le file tipiche chilometriche, come cercare un parcheggio di domenica pomeriggio.

I centri commerciali sono luoghi che…

…per molte persone hanno un’accezione diversa che va oltre il loro stesso significato, diventando punti di aggregazione e svago oltre che avere un peso rilevante nell’economia del paese e nel mattone.

In base ad una ricerca dell’  AECC (l’Associazione spagnola dei parchi e centri commerciali), in Spagna sono presenti 555 centri commerciali con una superficie lorda affittabile complessiva di 15,8 milioni di m2 e 33,744 commercianti che lavorano. Il fatto rilevante è la disponibilitá di superficie, 340 m2 ogni 1.000 abitanti.

Questo settore in ripresa, ha subito delle devastazioni durante gli anni di piena crisi, quando gli investimenti e le operazioni di questo business erano quasi ferme. Vediamo a grandi linee la situazione del mercato:

Nel 2017 si sono realizzate 29 transazioni, un volume di investimento di 2.700 milioni di euro, che ha sviluppato una crescita del 35% rispetto al 2016.

Per il 2018 l’aspettativa è mantenere gli investimenti nelle transazioni a questo stesso ritmo.

Ad oggi sono state realizzate quattro operazioni che hanno visto la realizzazione dei centri commerciali di Parque Corredor e Rivas Futura a Madrid, Modoo a Oviedo e Plaza Imperial a Zaragoza,  per un totale di oltre 300 milioni di euro.

Tra il 2018 e il 2020 si prevede l’apertura di 22 nuovi centri commerciali con cinque estensioni di stabilimenti giá esistemti.

Per il periodo compreso tra il 2018 e il 2020 è prevista l’apertura di 22 nuovi stabilimenti. Inoltre, ci saranno cinque estensioni dei centri commerciali esistenti. I 27 progetti vedranno un aumento degli spazi commerciali di piú di 1 milione di m2.

Il 2017 ha visto l’apertura di 5 nuovi centri commerciali e tra questi lo stabilimento Alisios a Gran Canaria. Quest’ operazione ha permesso così di generare 6.000 nuovi posti di lavoro. Complessivamente stiamo sui 720.000 posti di lavoro.

A tal proposito segnaliamo una guida gratuita “Trova lavoro” potrai capire come vivere alle Canarie lavorando da dipendente. Scarica la guida gratuita per trovare lavoro alle Canarie.

Clicca qui. https://www.corsicanarie.com/optin/lavoro/index.html

In Spagna i centri commerciali e altri stabilimenti del settore, hanno contribuito all’economia con più di 8.000 milioni di euro, ció significa il 5,7% del settore dei servizi e lo 0,7% del PIL totale.

Inoltre il 2017 ha visto un aumento delle vendite del 3,05%, raggiungendo 43.950 milioni di euro. È la cifra più alta dal 2001.

La conseguenza di questo aumento delle vendite è stato l’aumento della quota di mercato e la posiziona  al 18% del totale.
Sempre il 2017 ha registrato circa 1.900 di visitatori per parchi e centri commerciali.

Per Gran Canaria la maggior parte dei centi commerciali è situata a Nord vicino alla capitale, Las Palmas de Gran Canaria. La capitale delle isole Canarie, una grande cittá cosmopolitica.

Fai un “viaggio gratuito” tra le vie di Las Palmas de Gran Canaria . Clicca qui: https://www.corsicanarie.com/optin/las-palmas/index.htm.

Questa nuova situazione del settore e le sue prospetive,  vede anche un nuovo profilo dell’investitore. Ce lo spiega Javier Hortelano de la Lastra, presidente dell’AECC (Associazione spagnola dei parchi e centri commerciali).

“El buen momento de la inversión no solo es cuestión de cantidad sino también de calidad ya que las operaciones han afectado a todo tipo de activos y se han incorporado nuevos actores como fondos internacionales e inversores que llegan por primera vez a este mercado”, explica Javier Hortelano de la Lastra, presidente de la AECC.

Ci dice  “il buon momento di un investimento non è solo questione di quantitá ma anche di qualitá dal momento che le operazioni hanno interessato tutte le classi di attività e si sono inseriti nuovi attori come  fondi internazionali e investitori che esplorano la prima volta questo mercato”.

Nello specifico si è vista l’entrata di nuovi fondi stranieri come l’inglese Aberdeen, Barings e Schroders e il sudafricano Vukile.

Stiamo assistendo ad un vero e proprio restyling e Hortelano ha proprio messo in evidenza l’impegno che i centri commerciali stanno facendo in questo senso. Circa 20 anni fa i settori del tempo libero e della gastronomia coprivano una presenza de 3% ora raggiungono il 15%.

Hortelano individua anche le ragioni dicendo che “Come l’architettura, permettono differenziarti da altri modelli di distribuzione. Il centro commerciale sta diventando piú un’esperienza “.

Si è sviluppata un’attenzione estetica al prodotto che vede i nuovi centri commerciali con architture sempre piú attente ed eleganti con un design importante che sfida quello dei ristoranti.

Sempre secondo Javier Hortelano la trasformazione del settore sará profonda. La tecnologia sta prendendo un posto sempre piú importante nlla nostra societá. Oggi si fanno cose che prima richiedevano la presenza fisica come per gli acquisti.

Le vendite on line sono in continuo aumento e questo è positivo anche se le conseguenze sono evidenti.

Ad oggi in Spagna il commercio elettronico rappresenta un il 5% della spesa delle famiglie e Hortolano aggiunge anche che “la tecnologia crea un consumatoe iperconnesso e competente che ha convertito l’atto di acquisto piú in un’esperienza che in un obbligo”. 

Quindi l’attenzione ad investire in questo settore sta diventando sempre piú alta ed interessante.

A scrivere questo post ho impiegato diverso tempo… In Cambio ti chiedo solo una cosa:

CONDIVIDILO COI TUOI AMICI SU FACEBOOK 🙂

Grazie 1000 Marco MistoPer contattarci qui trovi i nostri riferimenti: https://www.trasferirsiallecanarie.info/contattaci/

(Centri commerciali)

1 comment

  1. Ciao Marco ti ricordi di me? Nel 2014 mi misi con Angeles la asesora di playa Aguila tramite te. Volevo chiederti a chi mi potrei rivolgere per una deuda della seguridad social ferma da 4 anni e improvvisamente uscita nuovamente con tanto di aumento a dismisura. C e’ un ente di difesa per i diritti che possa venirmi incontro o uno studio commerciale che si occupa di casi come questi? La Angeles non risponde. Io tornero’ in G Canaria il 27 Agosto. Grazie Ciao

Lascia un commento