Come cercare lavoro alle Canarie (Aggiornato 2018)

Vuoi trovare un lavoro alle Canarie?

Lavoro alle CanarieTi è mai capitato di pensare: “è il momento di trasferirmi, voglio trovare un lavoro alle Canarie che mi permetta di stare in posti più caldi… Voglio avere la possibilità di vedere il mare tutti i giorni dopo aver finito di lavorare”?

Beh, se l’hai pensato anche solo una volta non è un caso che ti ritrovi a leggere questo articolo. Qui troverai alcune idee cheti saranno molto utili nella ricerca di un lavoro alle Canarie.

Ma prima di parlare di lavoro alle Canarie, vorrei che adattassi la tua mentalitá: NON pensare come se fossi in Italia. Questo modo di pensare potrebbe penalizzarti perché le cose funzionano in maniera un po’ diversa…

Non fare il classico errore di andare a cercare lavoro alle Canarie senza curriculum, o con il curriculum scritto solo in italiano: L’ho visto fare! Non voglio che tu venga qui a buttare via tempo e denaro tornando a casa con un’esperienza negativa da raccontare. Partiamo dal presupposto che per trovare un lavoro alle Canarie ci sono dei requisiti minimi da soddisfare.

No tranquillo, non sto dicendo che devi sapere per forza lo spagnolo, qui se sei valido hai la possibilità di trovare un lavoro che ti permetta di vivere serenamente senza eccellere nell’idioma locale, quello avrai tempo di impararlo sul posto grazie a dei corsi organizzati per gli stranieri o semplicemente vivendo a contatto con la gente del posto.

Le 3 cose fondamentali prima di cominciare la ricerca di un lavoro alle Canarie sono:

– Attivare una sim spagnola

Se in un curriculum il datore di lavoro vede solo il numero italiano è portato a pensare che tu non sia ancora alle Canarie, e di conseguenza penserà che la tua disponibilità non sarà immediata…

So che stai pensando: “Ma con il roaming internazionale posso chiamare e ricevere in tutta europa senza costi aggiuntivi, perchè dovrei avere anche un numero spagnolo?”

Ti invito a fare questo ragionamento: se tu avessi un’azienda e ti trovassi di fronte a 2 curricula equivalenti, chiameresti per un colloquio qualcuno che potenzialmente si trova a 3000 km di distanza, o prediligeresti quello che si trova nelle tue vicinanze?

Ora che ti sei dato una risposta ti tolgo anche i timori sui costi: al contrario di quanto succeda in patria, qui è molto semplice trovare operatori telefonici che permettano di avere una sim senza costi fissi. Generalmente con 10 euro puoi avere il tuo numero per ricevere le chiamate dai reclutatori

Ottenere il N.I.E. (Número de Identidad de Extranjero)

Il N.I.E. è più o meno l’equivalente del nostro codice fiscale, viene rilasciato dalle autorità competenti e ti permette di avere un contratto e quindi di essere assunto.

Ci sono 2 tipologie di N.I.E.: il N.I.E. bianco, che viene emesso appena fai richiesta, e serve per tutte le operazioni preliminari quando arriverai alle Canarie, e uno verde che otterrai una volta chiesta la residenza alle Canarie. Il secondo inoltre ti darà un sacco di vantaggi nella tua permanenza alle Canarie..

Tra i vari servizi che offriamo c’è anche la possibilità di avere assistenza completa nella produzione di tutti i documenti che ti serviranno per trovare il tuo lavoro alle Canarie.

Fai molta attenzione: se il tuo colloquio è andato bene, è probabile che il reclutatore ti chieda di cominciare in quegli stessi giorni, ma se ti fai trovare sprovvisto del N.I.E. bianco (perlomeno) puoi stare sicuro che ti sei giocato la possibilità di lavorare con quell’azienda!!! Te lo dico perchè a me è successo un paio di volte, e non voglio che capiti anche a te!

Non pensare di prendere tempo e dire: “vabbè, per il momento vedo se trovo qualcosa di interessante e poi faccio i documenti”; 9 volte su 10 trovi qualcosa di interessante e ti giochi il tuo lavoro alle Canarie per un dettaglio che hai preso sottogamba.

Ma passiamo al terzo requisito fondamentale

Avere un conto corrente spagnolo

Generalmente le aziende pagano tramite bonifico bancario quindi per poter ricevere lo stipendio del tuo lavoro alle Canarie devi attivare un conto in Spagna.

In più ti dico: visto che qui c’è una tassazione diversa e che se vuoi un lavoro alle Canarie si presuppone che tu ci debba vivere, vuoi davvero che il tuo stipendio arrivi sul conto italiano, dove dovrai giustificare l’entrata pagandoci sopra delle tasse, che il tuo datore di lavoro avrà già pagato qui? (Il fatto di avere un conto spagnolo ti elimina il problema di un rifiuto da parte del tuo datore di lavoro alle Canarie di versare all’estero)

Ora che ti sei dato anche questa risposta, ti tolgo ogni timore anche per questo aspetto: una volta ottenuto il N.I.E. avrai la possibilità di aprire un conto corrente a zero spese, con il tuo bancomat, la possibilità di avere una carta di credito prepagata e la gestione diretta dal tuo smartphone.

Bene, ora che soddisfi questi requisiti è il momento di cercare un lavoro alle Canarie

Quali sono quindi i passi fondamentali per cercare il tuo nuovo lavoro?

La prima cosa da fare è capire quali sono i settori che offrono maggior varietà di impiego e quanto sono compatibili con le tue capacità.

Ecco perché è importante che tu sappia:

– Come comportarti e l’atteggiamento da tenere.

– La stagionalitá e il periodo migliore per cercare lavoro alle Canarie.

– Gli strumenti che esistono per farsi “vedere” nel mondo del lavoro.

– Osservare e perché no prendere spunto da chi ci e’ giá riuscito prima di te.

Come nel resto d’Europa la crisi si è fatta sentire anche qui e purtroppo il lavoro “non cresce sugli alberi” quindi prima di tappezzare le isole con il tuo curriculum cerca di capire in quale settore concentrare tutti i tuoi sforzi.

Per trovare Lavoro alle Canarie devi essere veramente bravo, devi essere brillante, disponibile a creare le opportunitá, confrontarti costantemente con gli altri e stamparti un bel sorriso in faccia, una volta fatte queste piccole cose potrai cominciare a cercare lavoro alle Canarie…non prima!

Ma cominciamo dalle basi: il Curriculum

Sebbene sia sempre opportuno averne una copia cartacea al colloquio, la mia esperienza mi ha fatto capire che girare per locali e negozi a lasciare curricula è quasi inutile…

Non fraintendermi, fai sempre una buona impressione, se trovi il titolare, ma questo nelle realtà più grosse è molto difficile e il 90% delle persone che incontri ti dice di andare sul sito dell’azienda, al loro recursos humanos di riferimento o sui portali per la ricerca del lavoro a cercare l’offerta e quindi iscriverti tramite internet..

Un buon curriculum stampato è dunque una cosa che ti verrà chiesta spesso solo in fase di colloquio dal reclutatore, che confronterà quanto scritto nella tua candidatura e solitamente userà per prendere appunti durante la tua intervista.

Durante la ricerca del lavoro alle Canarie ho conosciuto un sacco di persone e ricevuto un sacco di consigli che puoi trovare nella mia Guida gratuita per la ricerca di lavoro alle Canarie.

Il consiglio più utile che ho ricevuto è: sii semplice e mirato.

Non riempire il tuo curriculum con tutti i lavoretti che hai fatto partendo dalle stagioni estive di quando eri ragazzino, a meno che non facciano parte del profilo richiesto…

Cosa intendo? Ti faccio un esempio basato sulla mia storia lavorativa (senza entrare nel dettaglio 😉 non voglio annoiarti)

Ho cominciato a lavorare a 14 anni accompagnando il percorso di studi alberghiero con lavori attinenti al mio settore, dopo la scuola però sono rimasto poco nelle cucine e mi sono voluto cimentare nel settore commerciale occupandomi di vendite, dal commesso al responsabile ecc…

Bene, nella mia ingenuità ho sempre creduto che un bel curriculum di 4-5 pagine tradotto in 4 lingue facesse vedere che sono uno che si impegna, non sta mai senza lavorare, si adatta alle necessità e può fare molte cose…

SBAGLIATO: con il tempo, e grazie a dei buoni consigli, ho capito che dovevo ottimizzare le informazioni e personalizzarle all’offerta di lavoro alla quale mi iscrivevo…

Pensi che al direttore commerciale di un’azienda che vende servizi possa importare minimamente che a 16 anni lavoravi in una cucina che faceva più di 1000 coperti a pasto? Assolutamente no!

Oppure che al propietario di un ristorante che cerca un cuoco interessi che per anni hai gestito delle attività commerciali? Tantomeno…

Quindi seleziona bene le informazioni, prepara curricula diversi per le diverse necessità e fatti trovare pronto e versatile per quello che sarà il tuo lavoro alle Canarie.

Ti ricordo che sei in una località turistica quindi soprattutto all’inizio metti da parte gli schemi italiani e renditi disponibile e non schizzinoso a turni serali, spezzati o a lavorare nei fine settimana.

Per quanto riguarda la stagionalitá tieni presente che tipo di lavoro stai cercando: se lavorerai nel mondo del turismo (solitamente concentrato nel sud di Gran Canaria e Tenerife) tieni presente che l’alta stagione inizia ad ottobre e finisce ad aprile con la Pasqua, con forti punte sotto Natale e Capodanno, a Febbraio per il Carnevale e Maggio per il Gay Pride (concentrato su Maspalomas).

Le strutture faranno i contratti prima dell’inizio della stagione quindi l’estate è un momento buono per proporsi per la nuova stagione.

Se invece pensi di lavorare nei servizi o nel terziario in genere sappi che a luglio e agosto  la maggior parte delle imprese chiudono per ferie di conseguenza ti inviteranno a tornare a settembre per riparlarne in quanto non vorranno trattare l’argomento durante o poco prima dell’estate.

Per quanto riguarda gli strumenti disponibili, in questa guida gratuita per la ricerca di lavoro alle Canarie ti daró dei link  per cercare il tuo lavoro, qui troverai i portali più utilizzati in cui potrai posizionarti per proporti al meglio sul mercato.

Parliamo invece di osservare e prendere spunto da chi ci e’ giá riuscito prima di te:

per questo punto se non conosci ancora nessuno nell’arcipelago ti consiglio di restare sintonizzato su questa pagina e seguire tutti gli articoli GRATUITI in cui porteremo le testimonianze di molti italiani che grazie ai nostri consigli hanno trovato lavoro alle canarie e ora vivono qui godendo dell’ottimo clima, le vantaggiose condizioni economiche e la spettacolare vista!

Questi sono i primi consigli che mi sento di darti, se hai trovato questo articolo utile e interessante ti invito a scaricare la mia guida gratuita per la ricerca di lavoro alle Canarie in cui ti parlerò dei principali siti per la ricerca di lavoro, gli errori da non fare ad un colloquio, vedremo quante OFFERTE DI LAVORO NASCOSTE puoi trovare alle canarie  e molto altro… Scaricala  gratuitamente qui   https://www.corsicanarie.com/optin/lavoro/index.html

Ho impiegato diverso tempo a scrivere e testimoniare tutto in questo post. In cambio ti chiedo solo un favore:

CONDIVIDILO CON IN TUOI AMICI in Facebook!

Marco Misto , Staff di Trasferirsi felici alle Canarie . (Lavoro alle Canarie)

4 pensieri su “Come cercare lavoro alle Canarie (Aggiornato 2018)

  1. IL NIE è lo stesso numero sia che sia verde sia bianco
    per cui posso redigere un CV con il NIE bianco, giusto?
    E’ possibile aprire un conto corrente anche con il solo NIE bianco?
    Se faccio NIE in città come madrid lo posso comunque utilizzare anche alle Canarie per cercare lavoro? Solo la residenza nelle isole dovrebbe fare la differenza per le tasse vero?

    • Ciao Fabio, si il NIE mantiene lo steso numero anhe quando diventa Verde e puoi spostarti in qualsiasi territorio della Spagna, canarie comprese. Ovviamente le tasse le pagherai in funzione del territorio nel quale risiederai, se risiederai alle Canarie pagherai le tasse in base al regime isale canario.

      Se ti può far piacere approfondire le informazioni relative al lavoro potrai scaricare il REPORT GRATUITO “Trova lavoro”. Lo trovi qui

      https://www.corsicanarie.com/optin/lavoro/index.html

      Per ulteriori informazioni potrai scriverci a info@corsicanarie.com.

      Cordiali saluti.

      Lo Staff di http://www.corsicanarie.com

  2. Ciao,
    mi piacerebbe leggere la tua guida ma non avendo un account Facebook non me la lascia scaricare.
    C’è un altro modo?
    Grazie.

    Luciano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *