Un Natale alle Canarie un po’ particolare.

Natale Alle Canarie?

natale alle CanarieQuesta mattina, come mio solito mi sono svegliato di buon ora, ma qualcosa era cambiato…ho volto lo sguardo alla finestra … i vetri bagnati di umiditá facevano appiccicare la tende e creavano uno strano gioco di luci. Al di la del cristallo opaco vedevo scendere pioggia e fuori in strada gente imbacuccata che camminava frettolosamente a testa bassa. Ad ogni espirazione emettevano una curiosa nube di condensa dalla bocca, ogni tanto si ascolta un secco colpo di tosse e sullo sfondo il rumore del traffico. Nel frattempo in televisione passa un notiziario … parlano di una rapina in appartamento in cui i proprietari sono stati selvaggiamente picchiati, sono terrorizzati sotto shock e …

non riescono a parlare spiega il giornalista.

Mi alzo, mi vesto e scendo, sono circondato da facce grigie, nessuno saluta tutti vanno di fretta guardandosi le spalle ogni volta che girano un angolo, poi li vedo sparire su un bus schiacciati come sardine all’interno dei loro giubbottoni umidi.
Qualcuno impreca perché non e’ riuscito a salire; parte correndo nella stessa direzione dell’autobus praticamente paralizzato in mezzo al traffico … cerca di raggiungere la prossima fermata a piedi prima del mezzo che lo porterá al lavoro.
Chiedo una informazione a un passante, alza appena gli occhi, non mi risponde e gira la testa … prosegue frettolosamente il suo percorso.
Dopo qualche minuto, trovo da solo  quello che cercavo, compero la colazione  mi accingo a rientrare e raggiungere la mia famiglia; un auto sfreccia attraversando l’incrocio col rosso, sono agile nel tirarmi prontamente indietro ma non abbastanza per evitare il getto d’acqua che le ruote dell’auto sollevano attraversando una pozzanghera bagnandomi completamente.
Il primo istinto e’ stato quello di mandarli un accidente, poi mi sono fermato a riflettere sulla differenza tra le persone che ho incrociato questa mattina e la mia famiglia.
Nel caso non lo avessi capito in questo momento non mi trovo alle Canarie ma in una cittá del Nord europa: Londra.
Avevo promesso a mia figlia Martina che la avrei portata a visitare la cittá; approfittando delle vacanze di Natale e’ quello che stiamo facendo.
Porteremo  a casa moltissimo da questa visita, e non parlo di souvenir. Quello che mi e accaduto questa mattina e’ stato per me spunto di riflessione e mi ha fatto capire come prendere  decisioni importanti  possa migliorarti la vita.
Nel mio lavoro alle Canarie incontro spesso italiani che si scevellano perché la loro pensione non e’ defiscalizzabile … ignorano i vantaggi fiscali e dicono: “no la mia pensione non e’ defiscalizzabile allora non mi conviene spostarmi alle Canarie!”
… come se tutto fosse ridotto al mero aspetto economico,  non capiscono cosa significhi QUALITÁ DI VITA; peró sono i primi a lamentarsi dell’immigrazione clandestina della delinquenza del clima del traffico, dei servizi che non funzionano.
Vedo imprenditori preoccupati solo dell’aliquota IRPEF che gli toccherá pagare e che non e’ cosí differente da quella Italiana (ignorando i benefici fiscali che verranno applicati a posteriori)  ed ecco che concludono che per loro e le loro famiglie non ci sia via di uscita, ma allo stesso tempo si lamentano costantemente delle tasse, della corruzione dei politici non efficienti delle rapine e furti …
Mi pare di capire che oggi in un mondo frenetico, si riduca tutto al puro aspetto economico e che le persone non pensino piú alle  cose semplici che ti cambiano la vita:
  •  il   valore di un incontro
  • un saluto per strada con i passanti
  • un sorriso di chi ti incontra
  • poter uscire senza guardarsi le spalle
  • poter mandare i figli da soli al parco senza preoccupazioni
  • il piacere di provare l’arietta che di notte ti accarezza  perché puoi permetterti di dormire con la finestra aperta anche al piano terra (e senza zanzare)
  • il piacere di avere una attivitá economica che paghi un equo livello di tasse senza quel clima di polizia fiscale che strangola gli imprenditori
  • il piacere di contare su servizi e infrastrutture che funzionino
  • Il piacere di avere del tempo di qualitá da passare con la propria famiglia e amici
A proposito di figli … spesso le persone che decidono di informarsi veramente a fondo e partecipano al corso in aula che teniamo alle Canarie mi chiedono: ” Ma tu pensi di aver investito sul futuro dei tuoi figli spostandoli alle Canarie?”
la mia risposta e’ sempre la stessa:
” Sono sicuro di aver investito sul loro PRESENTE, passo del tempo di qualitá con loro, li educo, gli regalo la presenza di un padre e una madre in momenti che li formano e li fanno crescere “sani mentalmente”, educati, fiduciosi in se stessi, preparati, speranzosi in una vita in cui la maggior parte delle persone non credono più …
Al loro futuro, con questi strumenti che gli forniamo nel presente, ci penseranno loro e sono certo faranno le giuste scelte.
Bene, sono giunto in hotel, e’ finito il tempo per le riflessioni, ora mi aspetta una doccia calda, dei vestiti asciutti e una bela colazione con Martina Matteo e Amalia … ma la cosa piú bella sará vederli svegliare, aprire gli occhi e dirmi:” Ciao papá!”
Ti auguro un sereno Natale e un nuovo anno pieno di riflessioni anche per te.
Buone Feste
Marco
( Natale Alle Canarie )

78 pensieri su “Un Natale alle Canarie un po’ particolare.

  1. Parole sante! Quello che hai elencato sono esattamente i motivi che mi hanno fatto innamorare dell’isola di tenerife, della sua gente, e della qualità di vita, non nel senso economico, e mi hanno spinto a provare di trasferirmi lì (purtroppo per motivi famigliari vivo ancora in Italia). Buon per chi comprende il vero senso di “qualità di vita”
    Buon Natale a tutti e a voi di “trasferirsi alle Canarie”

  2. Caro Marco , pensa tu che quello che vedi o provi è per te una cosa momentanea che tra qualche giorno potrai dimenticare e tornare in quel fantastico mondo in cui ora vivi. Noi “comuni mortali” abbiamo fatto il callo a questo modo di vivere e siamo abituati a sopravvivere in questa Italia che sempre più sprofonda tra tasse ingiustizie e favoritismi. Ora io mi sento un …. Miracolato? Forse sarà eccessivo questo temine ma di certo appropriato, e questo perchè, grazie a te e i tuoi consigli prezziosissimi mi hai fatto conoscere questa isola favolosa, le Canarie. Dirò sempre in ogni momento di aver conosciuto una persona speciale che mi ha aiutato a capire come poter vivere alle Canarie, grazie a questo ….. A presto Canarie. Hasta pronto.

    • Io non ho più quei problemi, perché anch’io mi sono trasferita alle Canarie. Grazie dei consigli e tanti auguri a tutto il gruppo!

  3. Grande Marco, purtroppo ho figli già grandi e mi spiace di non aver avuto a suo tempo la tua lungimiranza, comunque non é detto che anche ora non si possa …salvare il salvabile, grazie per la tua, sempre utile testimonianza.

  4. Ciao Marco. …io vivo in una situazione che ancora la gente x strada saluta …..ma tutto il resto è presente come la tua descrizione. [Tasse e delinquenti ]……e desideriamo cambiare la vita. .in meglio ovviamente. .grazie per il tuo pensiero. ..Fiammetta

  5. Grazie per gli auguri e altretanto alla tua famiglia e a te ,appena risolvo il problema della vendita dell’appartamento e deciso veniamo io e mia moglie a trovarvi a Gran Canaria come turisti e spero di combinare un incontro conoscitivo.

  6. Marco, perché mi vuoi così male? Perché mi fai soffrire così? Ovviamente è solo una battuta per significare la differenza fra la realtà canaria, quella che tu stai vivendo, e la mia realtà … padana.
    Io purtroppo non posso correre (sì, correre) subito come vorrei perché ho una madre di 93 anni che dipende in tutto e per tutto da me e sarebbe impensabile sradicarla dal suo mondo e dalle sue certezze e “sicurezze” per trasferirla in una realtà nuova. Per il resto … nulla mi trattiene qui: i figli sono grandi, hanno la loro famiglia ed il loro lavoro, quindi …
    Complimenti per il modo fantastico che hai di illustrare il mondo canario.
    Tanti auguri di natale a te ed ai tuoi.

  7. Buon giorno Marco..eh già ma anche qui dove vivo è pressapoco uguale come a Londra e pensare che ci vive un mio nipote in quell’ambiente frenetico e inquinato. Intanto sarò io a godermi una settimana lì alla Gran Canaria e fare il corso delle 15:30 poi mi stabilirò a Ingenio dove ho preso un appartamento. Hasta el lunes! Mi sono fatto un po di spagnolo come base per evenienza e provare di vivere come un canario, sono molto adattabile per fortuna. A presto ciao!!!

  8. E sei a Londra. dalle mie parti (in Sicilia) mancano i servizi pubbluci e alle 20 c’e’ il coprrifuoco. in giro trovi solo immigrati uubriachi e chiassosi. purtroppo al momento non posso lasciare l’italia,per mancanza di soldi. Auguro un sereno Natale a te e famiglia. Ciao. Enzo

  9. appena risolvo un problema di vendita di un piccolo appartamentino che pesa per un mutuo acceso e che purtoppo grava economicamente sulle spalle di mia figlia…ARRIVO anche io a godermi gli anni da pensionata che qui in Italia lascio passare senza potermi permettere nessuno svago e in quasi completa solitudine…a presto nuovi amici delle Canarie e Buon Natale

  10. É certamente vero che la qualità della vita deve essere primaria indipendentemente dal posto in cui uno vive! Purtroppo quello che scrivi é tutto vero ed anch’io per strada vedo gente con lo sguardo basso, gente che non ha più voglia di sorridere perché probabilmente ci stanno portando via anche i sogni. É diventato difficile tutto, difficile il mondo del lavoro, difficile coordinare il proprio tempo libero, difficile… vivere sereni, fidarsi del prossimo… fidarsi! É questo che sposta l’ago della bilancia, il fidarsi di chi ti sta intorno, di chi ti da la classica pacca sulle spalle, di chi ti dice “non ti preoccupare, ci penso io”… Sembra di essere immersi in una enorme vasca dove tu pesciolino rosso ti devi nascondere da tutti i tuoi coinquilini travestiti da pesce rosso ma sotto sotto sono piranha e appena possono ti addentano. Questo spesso sento dire che é spirito di sopravvivenza… sopravvivenza da che cosa? Hai ragione, hai mille volte ragione, bisogna avere il coraggio di provare a cambiare. Quando arrivi a 60 anni e ti obbligano a restare nel mondo del lavoro fino ai 68 ti rendi conto che tutto diverrà sempre più difficile. Impensabile ricominciare a vivere e lavorare da un’altra parte, in un altro paese… a 60 anni chi ti piglia? Ecco che si inizia quindi a pensare per il dopo (anche se ancora lontano) e si pianifica per una vita più tranquilla, lontana dallo stress, dalla gente di fretta, dalla fiducia persa nel prossimo. Io ci sto pensando seriamente, anche se non nascondo le mie paure del cambiamento, la lontananza dalle mie radici ma… qui si sta sempre peggio purtroppo. Tutto vero o tutto falso quello che leggo non sono in grado di affermarlo ma mi fido, mi devo fidare! Non so quando, spero molto presto, verró a fare una vacanza e cercherò di capire sul posto tutto quello che sento e leggo sperando di riuscire ad innamorarmi di una realtà che dovrà essere la mia nuova “casa”.
    Con questa mia riflessione auguro anche a Voi un sereno Natale ed un felice 2016

    Rodolfo

  11. Ciao Marco hai dipinto un quadro estremamente triste, quanto è vero quello che hai descritto ma io a breve sarò dei vostri ho già diversi amici a Las Palmas ed altri stanno per arrivare……e pensa che io sono stato il loro promotore di questa idea meravigliosa lasciare l’Italia e Milano per sempre e trasferirsi in un posto dove la gente è diversa e l’estate non finisce mai!!!!! Io ho bisogno ancora di qualche tempo per sistemare le mie cose e quelle dei miei figli (ormai grandi 31 e 26 anni), ma poi non aspetterò nemmeno un minuto!!!!! Buon Natale e a presto!!!

  12. Ma dove alloggiate? In che zona? Per avere i vetri appannato ci dev’essere molta umidità dentro, perché fuori c’è già se non c’è vento. Così vi sentirete fortunati a vivere a Gran Canaria con clima asciutto tutto l’anno e se za bisogno di riscaldamento. A febbraio ci sarò per due mesi e mi farà piacere incontrarti per avere delle soluzioni vantaggiose per l’inverno successivo. Roberta

  13. Questo è il mio primo Natale alle Canarie, sono arrivata a Luglio a Tenerife e nonostante sia con la testa rivolta all’Italia dove ho lasciato un figlio ormai 20enne (presto arriverà ne sono certa) posso già godere dell’enorme differenza di qualità di vita…ora uscirò per andare al supermercato, uno qualunque, e so già che mi aspetterà una mattina ricca di felices fiestas donatami dalla gente che semplicemente incontrerò! Forse è una cosa stupida per la maggior parte della gente ma per me è una cosa favolosa, un piccolo gesto che può davvero donare un attimo di calore a chi come me e tanti altri ha lasciato la famiglia…vedere che viene fatto poi con naturalezza e senza pensarci mi fa dire “Sono felicemente fortunata di essere qui”. Buone feste a tutti

  14. Ciao Marco, condivido pienamente la tua riflessione e l’amore e la dedizione per la famiglia che manifesti “sprizza da tutti i pori”. Purtroppo è molto rara perché è sempre fonte di grandi sacrifici economici. Ora ho i figli grandi e sposati con figli. Vedo che le scelte ed i sacrifici che ho fatto per 30 anni:
    ho cercato di procurare da solo entrate sufficienti per tutta la famiglia, dando la priorità alla educazione dei miei figli e per questo devo ringraziare mia moglie, il mio grande amore, che ha condiviso con me, con grandi sacrifici e rinunce questa difficile scelta. Oggi posso essere contento di questa scelta, trovando nei nostri due figli quello che ci aspettavamo: equilibrio, impegno e amore per la loro famiglia. Adesso, io e mia moglie con evidenti difficoltà economiche, nonostante un buon reddito di pensione, stiamo prendendo in seria considerazione la possibilità di valutare un trasferimento alla Canarie.
    La convenienza economica, tenore e qualità di vita sembra fuori discussione. Il nostro freno e rammarico di questa scelta, e di non vedere frequentemente i nostri figlioli e nipotini. In Aprile trascorreremo un paio di settimane a Gran Canaria e valuteremo in quella occasione la possibilità concreta di questa difficile se pur necessaria scelta.
    Ti ringraziamo per tutte le tue indicazioni, suggerimenti e consigli che distribuisci con grande energia, merito anche della tuo grande equilibrio e della serenità che si respira nella tua bella famiglia.
    Vi auguriamo un “meravilloso Feliz Navidad y Ano Nuevo”
    Con ammirazione Alberto e Tina.

  15. Grazie Marco per la tua riflessione, sarà utile anche questa per decidere il salto, anche se con il cuore sono già lì da tempo…
    Buon Natale e Buone Feste a te e ai tuoi cari!

  16. Ciao Marco, ho 62 anni e vivo con mia moglie e mia figlia. Mia figlia di 28 anni è disabile dalla nascita non deambulante e costretta a vivere in carrozzina. Percepisce l’assegno di accompagnamento e la pensione di invalidità per un totale di 800.00 euro. E questo è il nostro sostentamento. Io non percepisco nulla e mia moglie lavora solo 4 mesi all’anno. Con questi presupposti, puoi spiegarmi come potrei fare per vivere alle Canarie pur avendo io la possibilità di aprire un’agenzia di servizi?
    Ti ringrazio anticipatamente della risposta tenendo presente che la cosa che mi interessa di più e sapere come vive un disabile nelle condizioni di mia figlia.
    Saluti
    Enrico Precchia

  17. Marco, mi piace moltissimo la Tua riflessione e la condivido. Anche il mio prossimo futuro sarà lì dove la vita ha un altro valore, però purtroppo x apprezzare certe situazioni devi viverne altre di negative. L’importante è riconoscerle e riuscire a superarle. Tu ci sei riuscito, anche se credo che non sia stato tutto rose e fiori, e spero e voglio riuscirci anch’io. Buon Natale a Te e alla Tua famiglia.

  18. Ciao Marco,
    tanti sinceri auguri di un Buon Natale e un Felice e Prospero Anno Nuovo a te, alla tua famiglia e tutti di “Trasferirsi alle Canarie”.
    Valeriano.

  19. Auguri buon Natale a te e famiglia , arrivo l8 gennaio a Gran Canaria e rimarró un mese, prenderò la decisione della mia vita, mi piacerebbe incontrarti e scambiare due parole.

  20. Caro Marco, ho avuto la fortuna di vivere a Tenerife per tutto il mese di Maggio di quest’anno, con la mia compagna. Ero venuto per il classico viaggio per prendere informazioni ed avevo trovato un’attività che ancora non esiste sull’isola e che gode di una forte richiesta. Quel mese di permanenza, non da turista (non sono mai stato in spiaggia) ma da “abitante” mi ha fatto presto capire che quello è il mio posto. Non ho trovato svantaggi (a parte il caffè, ma pazienza !) e la gente è fantastica. Mi ero ambientato bene, ci stavo bene, ho quasi pianto quando sono dovuto rientrare. Eppure sono qui in Italia. La mia compagna non vuole trasferirsi, pur piacendole il posto, solo perché non vuole abbandonare i figli (pienamente autonomi, vivono da soli ed hanno il loro lavoro). Che fare ? Non voglio lasciarla per Tenerife, perché la amo tantissimo. Non mi resta che restare in Italia, per giunta disoccupato da 2 anni, dove a Tenerife avrei lavorato anche troppo, grazie a questa idea. Guardo ogni giorno le webcam disseminate sull’isola e penso sempre come poteva essere la mia vita.

    • Caro Mirco, come ti capisco e se ti capisco! Penso che nell’amore ci sia sempre una via di mezzo e questa via va percorsa con molta serenità. A volte la vita ti mette davanti a situazioni imbarazzanti e a dir poco drastiche, penso che tra una coppia ci sia sempre quello che ama di più (anche se di poco ) ed è quella persona che accetta i compromessi e si adegua alle scelte dell’altro. Ora valutate bene il da farsi, perchè ne va del vostro futuro. Ti sta parlando una persona che ha lottano sino alla fine per convincere la propria donna ( con cui conviveva da 15 anni ) nell’affrontare insieme una nuova vita, perche di NUOVA VITA SI TRATTA, e credimi le Canarie sono tutt’altra vita. Tornando a prima vuoi sapere cosa e successo? Dopo un primo viaggio di perlustrazione, fatto da solo, la mia lei ha messo in pratica le sue minacce. Se vai via , quando torni non mi troverai più. C…o e questo è successo, probabilmente il suo amore ( o forse anche il mio? ) era limitato. Ora mi sto organizzando nel trasferimento e sto ristrutturando la mia vita con molta forza di volontà e con i consigli di Marco , persona stupenda. Auguri di vero cuore

  21. Ciao Marco ricambio gli auguri a te e splendida fam,,,ifosse x me verrei subito,purtroppo ho figli e nipotina qui,ma mai dire mai nella vita!!!!un mio caro amico dopo 6 mesi a gran canaria è dovuto rientrare ma ha una nostalgia incredibile..un grazie di cuore ancora x tenermi sempre aggiornata.

  22. Caro Marco
    quello che hai vissuto e raccontato in questa mail qui in Italia (lo sai benissimo) si respira quotidianamente. Farò sicuramente un viaggio esplorativo prima a Tenerife (gennaio) e poi Gran Canaria (febbraio o marzo) (ti avviserò perché avrò bisogno dei tuoi preziosi consigli. Preparati a rispondere non alle mie domande (la video guida è stupenda) ma a quelle di mia moglie. Se dipendesse da me già sarei li da te. A proposito dove e come posso trovarti?
    Auguro a Te e famiglia un sereno Natale.
    Maurizio Berardi

  23. Ciao Marco….. Come hai ragione!!!! Sono stata ad ottobre 15gg.. Tra plaia di Las America e los Cristianos…. Con mio marito e posso assicurare che è come dici…. Stiamo pensando di fare una prova di tre mesi (per ora) e poi ….. Chissà… Auguri a tutti voi e a tutti gli Italiani che si sono trasferiti li……

  24. Caro Marco,ti ringraziò x tutto quello che mi hai scritto,e fatto sapere come vivere alle canarie.Io sono un uomo ormai sui 70 anni il prossimo 24Aprile ,avrei voluto forse cambiare vita e trasferirmi in un altro paese fuori dall’Italia come a fatto mio fratello che vive a Boston da 40 anni,a famiglia 2 figli grandi gia’sistemati ,la sua casa il suo lavoro,non le manca nulla.Andava fatta questa scelta (forse) 20-25 anni fa ,da quando sono andato in pensione ,lavoravo alle F.S.dello stato,e prendevo una discreta pensione (con le lire) 1.850.000 =25 anni fa era una bella pensione….adesso dopo tutti questi anni mi ritrovo,con 1.400.00 euro,da campare in due(moglie) con tutto quello che c’è da pagare in Italia con tu ben sai. Ho una casa di proprietà fatta e pagata con sacrifici, di 36 anni di lavoro,e te la fanno pure tassare,da questi ladri di politici, che ci comandano in Italia.infine x farti capire un po’ la mia situazione economica ….adesso e molto magra tirare avanti,poi c’è altri fattori di natura personale e famigliare che mi impediscono di voler cambiare vita…sono diventato nonno da 1.5 anno di una bella bimba di cui mi sono innamorato pazzamente, se fosse x me farei ancora questo passò di cui e’ rimasto un miraggio,…che non si e’ mai realizzato.,ma sono troppi i pensieri,e le nostalgie che andrei a perdere x fare questo passo.La situazione adesso della salute non migliora certo il progetto,qua’ sono esente tutto da ticket,prestazioni sanitarie ect, ect, come vedi dobbiamo stare e campare in questa (povera Italia di ladri e farabutti.) ti ringraziò x le parole spese x me ,mi ha fatto piacere averti conosciuto anche se solo x via E-mail, mi mi sembri una brava persona.ti Auguro un felice Natale a te e famiglia ,.ciao,
    Baldi Roberto.

  25. ciao marco il mio desiderio di lasciare questo paese è enorme. io ho viaggiato spesso ora pero ho dei problemi ,ho avuto un ictus. mi chiedevo quindi se un disabile come me puo contare su un assistenza sanitaria adeguata. ovviamente per me è piu idenea un isola tranquilla. ma ne parleremo con calma.per ora buon natale

  26. Ciao Marco, grazie per le tue mail, leggere aiuta sempre a conoscere e a crescere una cultura generale

    Sono stato a Fuerte 2 volte, Gran Canaria Tenerife e Lanzarote , trovo isole simpatiche ed economiche per staccare una settimana dalla nostra bella Italia, se poi come me sei appassionato di Winsurf , in certi momenti dell’anno è bellissimo e devo dire che Egli è stato bravissimo e ha creato un impero , cosa che non è riuscito a Henning nel suo sport ma ha comunque saputo creare un movimento importante portando a Fuerte una tappa internazionale cosa riuscita solo a Lanzarote prima , chissà se la Suarez altra illustre sportiva nata e cresciuta li riuscirà a Gran Canaria ad avviare una sua scuola internazionale , ma per ora è giovane , lasciamola giocare ancora un poco .
    Trovo Londra una delle città più affascinanti del mondo

    Buone feste Davide e famiglia

  27. Ciao Marco,
    per un momento mi hai fatto preoccupare, poi continuando a leggere, mi sono tranquillizzato, qui procediamo con l’organizzazione delle cose da sistemare e spero di poter venire entro i tempi previsti, c’è di buono che tornando a casa dalle Canarie ho portato con me un po’ di bel tempo, fino a ieri c’era il sole anche qui a Roma.
    Tanti auguri di Buon Natale e te e alla tua famiglia.
    Un saluto
    Walter e Consuelo.

  28. Una delle cose che mi preoccupa per un eventuale trasferimento nelle Canarie riguarda la grandissima diffusione delle cosiddette CUCARACHA, o scarafaggi che dir si voglia che, in vari blog e commenti di turisti e visitatori delle Isole, sono veramente tanto invasivi da compromettere troppo spesso le vacanze, figuriamoci la vita quotidiana passata in tali condizioni! Vorrei avere una opinione da parte di chi vive davvero alle Canarie e probabilmente “con-vive” can tali loro problematiche. Grazie.

    • Ciao Daniele certo le chucarache esistono alle Canarie dipende molto da dove vai ad abitare a piano terra sono piú probabili da incontrare io vivo al primo piano e se la struttura e’ nuova puó capitare di vederne qualcuna solo in estae per il resto no.
      Ciao
      marco

  29. ciao Marco, ci stò pensando, ho notato che sei famoso e preparato chissà forse faccio un salto, dammi indicazioni auguri buon natale

  30. Ciao Marco , pensa se vivessi in una città del norditalia in questi giorni…………………………….
    A presto e Buon Natale e un Felicissimo Anno Nuovo!!!

  31. Ciao Marco il 11 gennaio 2016 sarò a Gran Canarie Puerto Azul Aparthotel Per una settimana voglio vedere come si vive a Gran Canarie e quali le possibilità economiche e reali .A presto.

  32. Buona sera marco e auguri a voi tutti di buon natale….senza presunzione posso dirti che conosco bene Londra dentro e fuori l’orbitale….come conosco Parigi e nord Europa….traffico caos ecc…
    questo e’…..certo le isole (e ne ho girate) hanno ritmi diversi…per quel che riguarda il trasferirsi mi sto informando ma gli affitti sono molto cari credo convenga comperare una casa… auguri ancora e felce 2016

  33. Grazie Marco per le tue esplicative e precise considerazioni riflessive. Con la tua semplicità riesci sempre a rappresentare la tua esperienza di vita in modo veramente spontaneo e condivisibile. Mi appresto a trascorrere un mese alle Canarie. Ci sentiremo sicuramente. In attesa, invio a te e famiglia i più fervidi auguri di buon Natale e Felice anno nuovo. Enzo

  34. Ciao Marco,
    un caro ed affettuoso augurio a te ed alla tua splendida famiglia.
    Sono appena andato in pensione, ma ho bisogno di qualche mese per sistemare alcune questioni questioni ancora sospese. Poi, abbiamo intenzione di comprare un appartamentino alle Canarie. Approfitteremo sicuramente della tua esperienza e dei tuoi consigli. Da gennaio, poi, Gran Canaria, per noi che abitiamo in provincia di Milano è ancora più vicina, in quanto è raggiungibile con un volo settimanale diretto da Malpensa.
    Vi auguro uno spumeggiante nuovo anno.
    A presto.
    Mario Noschese

  35. premetto un Buon Natale e Felice Anno Nuovo !
    Sei anni fa mi decisi di lasciare l’Italia per la Thailandia, dove quasi tutti gli anni a dicenbre-gennaio andavo, ora non ne posso più : troppo caldo sempre ed un livello culturale da “celebrolesi”. Ora sto pensando a Tenerife e dintorni, ma per i miei figli di 4 e 6 anni devo trovare un buon futuro ed io ho delle brutte abitudini : 3 auto, 3 moto ed una casa indipendente di 400 mq con piscina e giardino. Pur riducendo gli spazi e rinunciando a piscina e vicinanza al mare temo che l’acquisto della casa sia al momento troppo impegnativo.
    Ho letto che le banche hanno molti immobili sequestrati da rivendere, si può trovare qualche buon affare ?

  36. ciao marco, forse non ti sei reso conto che con uno schiocco di dita, si possa
    partire e vivere alle Canarie.se io potessi come sicuramente tutti,partiremmo
    domani,ho 60 anni e ne devo lavorare ancora 7, che lavoro troverei venendo li.
    nemmeno per i giovani c’è lavoro figurati per me.questo per dirti che non è per
    nostra volontà rimanere qui.
    ti auguro un felice natale.un felice natale a tutti.

  37. E’ TUTTO BELLISSIMO E ANCHE IO VORREI TRASFERIRMI ALLE cANARIE, MA HO ASSOLUTAMENTE BISOGNO DEI vOSTRI CONSIGLI.iO SONO UN PENSIONATO INPDAP E PERCEPISCO INA PENSIONE NETTA DI EURO 1000 SONO ANCHE MUSICISTA DI PIANO BER SPERO DI SENTIRVI PRESTO E AUGURI SDI BUONE FESTE A VOI VITTORIO

  38. Ciao Marco, io mi chiamo Anna Maria e qualche tempo fa ho scaricato la guida che hai pubblicato. E’ utile e bella, ma come giustamente dicevi sarebbe meglio potersi contattare e parlare di persona, io vorrei venire i vacanza a primavera inoltrata, diciamo meta’ giugno, per cominciare a vedere con i miei occhi il luogo migliore dove vivere e per decidere di trasferirmi e soprattutto dove sia piu’ adatto a me, economicamente e dal punto di vista della salute. Io ho 63 anni e andrò in pensione nel 2018. Anche vivere 6 mesi lì e 6 mesi da un’altra parte potrebbe andar bene. A me serve un posto dove non ci sia vento e la vita non sia cara, con servizi pubblici e supermercati, ovviamente, o mercati a km zero, possono andar bene lo stesso. Vorrei telefonarti, ma guardo di trovare il numero e nel caso ti chiamerò negli orari da te indicati. la mia e-mail nel caso volessi rispondere alle mie prime domande generiche che ti ho posto. marycatt@hotmail.it. Un caro augurio di un Felice Natale e di un bellissimo e sereno anno nuovo. Spero di incontrarti di persona per organizzare il mio trasferimento dalle tue parti.

  39. Grazie Marco per i tuoi consigli, e tanti auguri a te e alla tua famiglia
    di Buone Feste e Felice Anno Nuovo. Io al momento vivo a Londra e
    posso dire che non è più la Londra di una volta, almeno, per chi come
    me la conosce dagli anni 60. Se alcune persone trovano alti gli affitti alle Canarie, cosa ne pensano riguardo a quelli di Londra? Una misera camera
    in periferia, se sei fortunato la paghi 160 sterline alla settimana Ditemi voi.
    Io vorrei trasferirmi alle Canarie, ma sono sola ed anziana, e mi preoccupa
    il futuro se non fossi più in ottima salute. Ma ogni tanto ci penso. Tempo fa
    sono stata 10 giorni a Las Palmas e mi è piaciuta moltissimo. Ho visitato
    anche altri posti in quei giorni, tutti fantastici, Ancora tanti cari auguri
    Carla

  40. Grazie Marco, quello che ci hai descritto è la pura verità, soppraviviamo quotidianamente ad un sciacallaggio da parte di un sistema.

  41. Ciao Marco,
    Hai visto ogni tanto fa piacere ritornare nella grande metropoli , respirare
    quel clima umido e bearsi di quell’atmosfera natalizia che da quelle parti sanno ben organizzare.
    Una toccata e fuga per ritornare in quel paradiso che io ho avuto modo di apprezzare lo scorso anno a gennaio e dove spero di poter venire in pensione se il
    buon Renzi avallerà la flessibilità in uscita.
    Ti seguo sempre con interesse e ti auguro buone feste.
    Umberto Panfoli

  42. Gentilissimo Marco, ti ringrazio per l’augurio che ricambio in modo sincero rivolgendolo a te e alla tua famiglia. A fine anno 2016 andrò in pensione e già da fine anno 2014 iniziai a interessarmi a un possibile trasferimento alle Canarie (in generale). Intendo ringraziarti per le innumerevoli, chiarissime e esaustive informazioni che mi hai fornito (NIE bianco/verde, clima, affitto, sanità, costi sui consumi in genere, tassazione, etc.). Quasi sicuramente verrò con un’amico per circa 10 giorni alle Gran Canarie (marzo o aprile p.v.) e in quell’occasione spero di poterti incontrare per poter scambiare qualche opinione oltre che ringraziarti per quanto mi hai illustrato e spiegato.Da quanto ho potuto vedere e sentire ho capito e di questo ne sono convinto in modo certo che sei una gran brava persona, per cui, mi farebbe immenso piacere poterti incontrare ….. ciao, a presto!

  43. La gente a dimenticato la bellezza e le emozioni delle cose semplici che i soldi non possono pagare. Io non voglio e non ho la macchina qui a G.Canaria vivo come quando avevo 15 anni al mio paese, solo con un ambiente più accattivante piacevole e sereno. Grazie Marco

  44. Avevo scritto tempo dietro che sarei venuto …ho preso parola e il 12 gennaio entrante ore 12 staro’ a Tenerife alloggero’ in hotel e rimarro’ fino al 30 di gennaio. Curiosero’ guardero’ osservero’ e poi facendomi un programma decidero’ se TRASFERIRMI definitivamente …ma avendo figli e nipoti potrei fare estate in italia ed inverno alle canarie ….Marco ti ringrazio di tutti i consigli dati e letti ….

  45. Gentilissimo Marco per favore ho 70/71 anni fra 2 mesi potresti una volta x tutte dirmi la fiscalizzazione effettiva alle canarie su una pensione enasarco di 4400 euro bimestrali e una pensione inps di 1100 euro mensili tenendo conto che queste cifre sono nette cioè già detratte tasse di circa il 40%
    Mi dici per favore l’esatta fiscalizzazione a Canaria
    Un grazie ancora è da un anno che ti seguo e credo sia arrivato il momento
    Un abbraccio e tanti complimenti
    Grazie Giulio

  46. Sono stato a Tenerife 9 gg. a novembre u.s. con mia moglie, scegliendo di fare una vita da residente, avendo preso in fitto un appartamentino nel centro di S.Cruz. Ho riscontrato subito quanto speravo di trovare: clima, tranquillità e un buon rapporto qualità della vita / sostenibilità economica. Ovviamente ho girato tutta l’isola osservando le cose non solo come turista ma cercando di immaginarmi come residente stabile. Pur avendo 65 anni ho visto che, con le mie multiple esperienze lavorative, ci sono molti spiragli di impiego e di investimento. Ovviamente avendo una vita anche in Italia, non facilmente sradicabile, con mia moglie avremmo pensato di vivere di inverno lì e d’estate in Italia. Infatti vivo a Taranto centro, ed ho anche una villa al mare sulla litoranea ionica orientale, in uno dei punti più belli della costa. Ovviamente avendo un piede in due scarpe, attendo cosa faranno i miei due figli alla fine degli studi, per prendere una decisione definitiva.

    Auguri di un buon anno Mimmo

  47. Caro Marco, sono un uomo di 40 anni e a febbraio verrò a vedere le isole x organizzarmi su un mio trasferimento.
    Purtroppo soffro con una psoriasi che mi sta facendo impazzire e l’unica cosa che mi può salvare la vita sarebbe vivere in un posto al mare.
    Unico problema è che necessito di lavorare ancora qualche anno e non saprei dove cominciare x cercare un lavoro oppure un piccolo investimento . Non so a chi rivolgermi e chiedo aiuto a voi se avete un sito o qualcuno che potrei contattare x chiedere info.
    Te ne sono molto grato

  48. sono stato alle Canarie prima di Natale.Una esprienza inenarrabile un clima fantastico. Purtroppo ero a Maspalomas, troppa confusione non fa per me. Ripartiro dopo il 29 gennaio, destinazione LasPalmas, credo sia più adatta a me. Il problema e che vado alla ventura, vorrei trovare un monolocale per un mese e a parte i prezzi alti non so proprio a chi rivolgermi.Potete indicarmi la modalità per trovarlo? Pensavo a qualche giorno di hotel e poi darmi da fare con qualche agenzia. Ma non cè la possibilità di farlo da qui inItalia? Grazie.

  49. Ciao Marco.
    Ti scrivo perché nell’ormai lontano 1981 quando mi sono sposato, guarda caso in viaggio di nozze io e mia moglie siamo andati a Tenerife 11 novembre 1981 e stato il più bel giorno della mia vita, se mi avrei ascoltato sarei rimasto li per sempre, ma non e detta l’ultima parola. Fra meno di due anni sarò pensionato, io e mia moglie ci stiamo pensando seriamente di andare a vivere nelle isole canarie cosa ci consigli, aspettando una tua risposta ti auguriamo un felice Anno nuovo.

    • Ciao , dai un occhio a questa pagina https://www.trasferirsiallecanarie.info/lo-sai-che/ vedrai che ci troverai molte informazioni utili.
      Dopo aver visto la pagina Lo Sai Che… , naviga bene sul sito , usa anche il motore di ricerca ( quello con la lente di ingrandimento in alto a destra nella home page) e scrivici tutte lle parole che vorresti trovare esempio “cercare lavoro alle canarie” oppure “investire alle canarie” oppure “viaggi aerei canarie” oppure “residenza canarie” etc…Poco a poco famigliarizzando col sito troverai moltissime indormazioni utili.

      Se ti e’ possibile ti chiedo solo un favore: condividendo su Facebook gli articoli che leggi, mi ricambierai degli sforzi che facciamo per manteere in piedi tutto il sito. Ti ringrazio in anticipo 🙂
      Ciao Marco

  50. ciao, scusi il disturbo, sono un ragazzo di 20 anni iscritto al secondo anno di scienze politiche( quindi ambiti amministrativi, contabili ecc) e dovrei laurearmi il prossimo,conosco secondo gli standard europei sia l’inglese e sia lo spagnolo ad un livello B1.
    oltretutto possiedo il brevetto da bagnino sia per piscine e sia per mare e sono in procinto di prendere anche la patente nautica entro le 12 miglia.
    avevo pensato dopo la laurea di fare un giro magari 10/15 giorni per sfruttare anche gia la conoscenza della lingua spagnola per mettermi avanti.
    capisco che da così non è semplice, ma secondo lei vi sono possibili sbocchi lavorativi?

    • Forse come bagnino si 🙂
      per quanto riguarda le richieste di lavoro, normalmente suolo rispondere che la possibilità di lavoro c’é ma dipende da te! 

      Qui la gente e’ molto affabile e disponibile a darti retta. Quello che io consiglio e’ se chi cerca lavoro viene qui col sorriso stampato sulle labbra, con voglia di fare con dinamicità, muovendosi e confrontandosi con tante persone allora avranno molte più possibilità di chi invece sta fermo ad aspettare che il lavoro gli cada addosso….se poi parlano oltre all’italiano anche un altra lingua straniera ( esempio inglese, ancora più possibilità).

      Per farti un esempio l’altra sera ho conosciuto un cameriere che lavora in un ristorante molto ben avviato, lui e’ campano ed e’ arrivato da soli 2 mesi, parla solo italiano e sia lui che la sua ragazza hanno cominciato un mese fa in un altro posto e poi hanno deciso di cambiarlo perché in questo attuale si trovano meglio e guadagnano di più! Ora sarà un caso che entrambi hanno trovato lavoro subito mentre ci sono altri camerieri che impiegano tantissimo a trovarlo? Dovresti conoscerlo e’ una persona dinamica brillante sveglia che si muove bene, gli piace il suo lavoro.

      Quindi la domanda mia e’ la seguente: tu svolgi il tuo lavoro con passione e dedizione? Ti piace il lavoro che fai? Sei forte nel tuo campo? Perché in tal caso avrai ancor più possibilità così come e’ stato per il nostro nuovo amico cameriere e la sua fidanzata. Insomma il lavoro e’ una cosa molto personale dipende veramente dalla persona.

      Dai un occhio alla sessione lavoro nel sito https://www.trasferirsiallecanarie.info/?s=lavorare&submit=Cerca

      ti segnalo che ho messo gratuitamente on-line la registrazione di un incontro su internet ( webinar di oltre 2 ore) a cui hanno partecipato moltissime persone e in cui ho spiegato molto su quello che anche tu avresti voluto sapere sulle Canarie.
      Dacci un occhio fino a che e disponibile gratis su http://www.marcomisto.com , ci troverai la maggior parte delle risposte che cerchi.
      ( inserisci la tua mail e guarda il webinar)
      Ciao

  51. Caspita!!! E’ quello che penso io non solo nel periodo di Natale… ma molto più spesso. Ne parlavo proprio con mio figlio qualche giorno fa.
    Siamo sempre più decisi a cambiare vita, migliorandola.
    Questo paese comincia a starci stretto e non condividendo nulla di quello che ci circonda, abbiamo deciso che la soluzione migliore è cambiare!!!
    Presto anche io mi sveglierò e guardando fuori dalla finestra, vedrò il mare, il sole, ma soprattutto persone serene, felici e con il sorriso sulle labbra… che forse a volte si sottovaluta ma è molto importante! La vita con il sorriso sulle labbra ha tutto un altro sapore.
    Spero di incontrarti presto e un caro saluto a tutti.
    Isabella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *