Canarie – dichiarazione conti correnti All’estero (Aggiornato 2018)

dichiarazione conti correnti all'esteroPer effettuare la dichiarazione conti correnti all’estero e’ necessario compilare il modello 720. Per chi e’ residente alle Canarie ovviamente i conti correnti che ha in Italia vengono considerati conti all’estero.  La pratica e’,  a parte obbligatoria ma anche,  consigliabile visti proprio gli ultimi sviluppi sulla legge 10/2010 relativa all’antiriciclaggio. Ma come ci torna a nostro vantaggio questa dichiarazione? E’ sicuramente conveniente perché….

..nel momento in cui dovessero entrare soldi nel vostro conto corrente dall’estero ( esempio Italia) alle Canarie, questi soldi sarebbero giá considerati tassati e regolari.

Di contro nel caso di omessa dichiarazione, un ingresso di denaro dall’estero seppur da conto corrente Italiano (zona SEPA) potrebbe destare sospetti.

Con il modello 720 le persone fisiche e giuridiche residenti in Spagna assolvono l’obbligo di informare l’Agenzia Tributaria non solo  riguardo la dichiarazione conti correnti all’estero, ma anche  la proprietà di beni e diritti posseduti all’estero ( esempio Italia).

Ci sono tre categorie di beni da dichiarare all’estero e sono inter indipendenti tra loro

–       IMMOBILI;

–       TITOLI, PARTECIPAZIONI FONDI REDDITI ASSICURAZIONI

–       CONTI CORRENTI

Potete evitare di  di presentare la dichiarazione quando il valore totale dei beni appartenenti a una stessa categoria e’ al di sotto del valore di 50.000 euro.

La presentazione del modello 720 , ha come scadenza di presentazione  il 31 marzo dell’anno successivo a quello a cui si riferisce l’informazione dichiarata; negli anni successivi , non sará necessario fare la dichiarazione conti correnti all’estero e dei beni in generale,  a meno che  il valore complessivo della singola categoria di beni o diritti si incrementi di oltre 20.000 euro.

La dichiarazione conti correnti all’estero ha solo carattere informativo, tuttavia l’omessa dichiarazione è considerata un’ infrazione grave da parte dell’Agenzia Tributaria spagnola.

La sanzione minima per mancata presentazione è di 10.000 euro (più 5.000 per ogni dato che avrebbe dovuto includersi nella dichiarazione e che si è omesso) per ciascuna delle tre categoria di beni.

La sanzione minima per presentazione fuori termine è di 1.500 euro (più 100 euro per ogni bene) per ogni singola categoria.

Se l’agenzia tributaria Spagnola  dovesse scoprire l’esistenza dei beni non dichiarati, questi ultimi sarebbero considerati come patrimonio o reddito non dichiarato e immediatamente integrati nell’ultima dichiarazione dei redditi spagnoli , con una multa del 150% dell’eventuale imposta risultante.

Risulta quindi chiaro come sia conveniente fare la dichiarazione conti correnti all’estero appena si diventa residenti alle Canarie.

E’ importante non fare confusione con la residenza anagrafica ( vedi questo articolo https://www.trasferirsiallecanarie.info/residenza-gran-canaria/  ) e la residenza fiscale.

Nel primo caso infatti continuiamo a dichiarare in Italia, mentre nel secondo caso la nostra agenzia tributaria di riferimento diventa quella spagnola.

 

Abbiamo tenuto recentemente un webinar sulle Canarie  la cui registrazione gratuita puoi trovarla qui  www.marcomisto.com in cui abbiamo parlato di diversi concetti. Scaricalo gratuitamente adesso.

 

Ricorda quindi se sei residente fiscale alle Canarie che l’anno successivo all’ottenimento della tua residenza fiscale dovrai fare non solo la dichiarazione conti correnti all’estero ma anche dei beni appartenenti alle 3 categorie sopra citate .

Hai tempo dal 1 gennaio al 31 marzo dell’anno successivo all’ottenimento della tua residenza fiscale . Se l’anno scorso hai fatto residenza fiscale hai tempo ancora 2 mesi. Sbrigati 😉

A scrivere questo post ho impiegato diverso tempo… In Cambio ti chiedo solo una cosa:

CONDIVIDILO COI TUOI AMICI SU FACEBOOK 🙂

Grazie 1000!!! Marco Misto ( dichiarazione conti correnti all’estero )

5 pensieri su “Canarie – dichiarazione conti correnti All’estero (Aggiornato 2018)

  1. Nel caso inverso, cioè se si ha la residenza fiscale in italia x un’eventuale conto in Gran Canaria vã in ogni caso dichiarato oppure sotto una certa soglia è possibile omettere la comunicazione? E per i fondi d..’investimento come ci si deve comportare? Grazie in anticipo Marco x i preziosi consigli che giornalmente oramai ci dispensi! Un saluto . Francesco.

    • Ciao Francesco. sotto i 15.000 euro non hai problemi.
      Comunque anche se dichiari abbiamo capito che ‘e sicuramente conveniente la trasparenza 😉 Per i fondi di investimento se generano un reddito vanno ovviamente dichiarati come benefici ed essendo benefici generati all’estero andranno dichiarati nel quadro RW della tua dichiarazione. Ovviamente il tuo commercialista o chi ti fará la dichiarazione conosce bene queste cose. Tu portagli semplicemente i documenti bancari, movimenti / rendite e fanno tutto loro.
      Ciao
      marco

  2. Ciao. Se ho ben capito : io adesso sono residente in Italia.
    Apro un conto in Spagna e deposito stabilmente 600 euro mensili ( bonificandoli ).
    Così facendo posso evitare di avere costi facendo due operazioni con la carta di credito ( la carta di credito è gratuita )?
    Posso gestire il tutto con applicazione dedicata e citavi la migliore applicazione… con che banca ? ( ovviamente non è pubblicità, puoi scrivermi anche volendo sulla mail privata )…
    Stando al di sotto dei 15.000 euro sul conto posso non dichiarare nulla in Italia , ma gli eventuali ( ?? ) interessi? E cosa succede se supero questa cifra ?

    • Ciao Flavio, in questo caso la moviemntazione del conto corrente e l’utilizzo della carta di credoto fanno in modo che la banca non ti chieda commissioni (pochissimi euro al mese comunque) Ovviamente parliamo di conti da non residente per i residenti le condizioni sono ancora meglio e nella maggior parte dei casi non paghi nessuna commissione mensile. Se hai degli interessi che ti generano un reddito ovviamente se sei residente in italia le tasse provenienti da quel reddito le pagherai in Italia.
      Prova a immaginare quanto puoi guadagnare id interessi su 600 euro? 🙂 🙂
      Ciao marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *